Allenare i bambini – (8-9-10-12 anni) – Il Rugby di Base S.Z.

Allenare i bambini – Il Rugby di Base

 

Il rugby di base è la linfa vitale per la costruzione del rugbysta del futuro!

Bisogna lavorare bene con i più piccoli (8-9-10-12 anni), curando la passione , il senso di appartenenza , costruendo solidi PRINCIPI etici quali L’amicizia , il piacere di giocare a rugby e cosa PER ME FONDAMENTALE, creare una cultura basata sulla prestazione(bel gioco) sradicando in questa fase “sensibile” il concetto della vittoria a tutti i costi per sostituirlo con : il piacere del gioco prima di tutto.

Noi educatori dobbiamo far percepire ai piccoli rugbysti che la sconfitta nel rugby deve essere vissuta come un’opportunità di crescita per poter “vincere” un domani.

Le abilità di base vanno inserite nel progetto di sviluppo tecnico in maniera graduale , creando esercizi /gioco ad hoc, divertenti , stimolanti e non stereotipati. Bisogna lavorare molto sulla fantasia motoria .

Gli skills o più semplicemente le abilità di base devono essere contestualizzati per fasce di età . Gli allenatori non devono far percepire gli skills come uno spaccato del gioco (un fotogramma..)..Per fare ciò devono imparare a collegare il gesto tecnico proposto ad una situazione squadra contro squadra o sottogruppi di lavoro dove i piccoli rugbysti riescano a riconoscere il principio di collaborazione nel movimento generale, dove associano e collocano l’abilità appresa nel gioco generale ! Questa proposta pedagogica è di assoluta importanza per aiutare i giocatori allo sviluppo tattico della comprensione del gioco. L’allenatore, vera guida pedagogica , deve dirigere l’allenamento pilotando, veicolando i giocatori nel riconoscere la situazione . Il lancio del gioco, l’avvio del gioco del coach è fondamentale per lavorare le varie situazioni di spazio e tempo , bisogna imparare a lanciare il gioco con efficacia , riuscendo a capire quando interrompere il gioco , quando lasciare andare e quando correggere al” volo” , in corsa. Il coach deve usare parole semplici , che si adattino alle fasce di età, usando le immagini come chiave di immediata associazione.

Siate creativi , collaborativi , stupiteli e soprattutto aiutateli ad avere fiducia verso se stessi e verso i loro compagni insegnando loro la cosa più importante che questo sport ci dona ; La Solidarietà

 

Buon Rugby

Sergio Zorzi

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la privacy policy. Cliccando su “ACCETTO”, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi la Privacy e Cookie policy